Youtube Instagram

Emma Dante
Attrice

Biografia

Nata a Palermo nel 1967, Emma Dante esplora il tema della famiglia e dell’emarginazione attraverso una poetica di tensione e follia nella quale non manca una punta di umorismo. Drammaturga e regista si è diplomata a Roma nel 1990 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico.

Ha recitato con Andrea Camilleri, Davide Iodice, Roberto Guicciardini, Gabriele Vacis, Valeria Moriconi, Galatea Ranzi, Francesco Martinetti, Aurelio Grimaldi, Michele Placido, Vittorio Gassman, Nanny Loy e Marcello Mastroianni.

Nel 1999 costituisce a Palermo la compagnia Sud Costa Occidentale con la quale vince il premio Scenario 2001 per il progetto mPalermu e il Premio Ubu 2002 come novità italiana. Nel 2001 vince il Premio Lo Straniero, assegnato da Goffredo Fofi, come giovane regista emergente, nel 2003 nuovamente il Premio Ubu con lo spettacolo Carnezzeria come migliore novità italiana e nel 2004 il Premio Gassman come migliore regista italiana e il Premio della critica dell’Associazione Nazionale Critici del Teatro per la drammaturgia e la regia. Nel 2005, vince il Premio Golden Graal come migliore regista per lo spettacolo Medea e nel 2009 viene insignita del Premio Sinopoli per la cultura e nel 2010, del Premio Svoboda, Honoris Causa e del Premio Histryo alla regia.

La trilogia degli occhiali e le due favole per bambini e adulti Anastasia Genoveffa e Cenerentola e Gli alti e bassi di Biancaneve sono attualmente in tournée in Italia.

Il suo prossimo spettacolo, Le sorelle Macaluso, debutterà al Teatro Mercadante di Napoli nel 2014. Il 18 gennaio 2014, Emma Dante inaugurerà la stagione del Teatro Massimo di Palermo con la regia del poema di Richard Strauss, Feuersnot.

Dal 2001 ha messo in scena i seguenti spettacoli, in repertorio sia in Italia che all’estero:

mPalermu, uno spettacolo che parla della sua città natale, di interni e di esterni divisi da una soglia che è impossibile varcare;

Carnezzeria (Premio Ubu 2003) storia di una famiglia di carne da macello, con i suoi legami morbosi, con le sue fughe isteriche e paralizzanti, con la sua aria ristagnata di odore di fumo;

Medea da Euripide, prodotto dal teatro Mercadante di Napoli;

La scimia, liberamente tratto da Le due zittelle di Tommaso Landolfi (prodotto dal CRT di Milano e dalla Biennale di Venezia);

Vita mia (prodotto dalla Compagnia Sud Costa Occidentale, Roma Europa Festival, Castel dei Mondi di Andria, Rose des Vents di Lille);

Mishelle di Sant’Oliva (prodotto dalla Compagnia Sud Costa Occidentale, Festival delle Colline Torinesi, Chambéry e Dro Destra);

Cani di bancata, uno spettacolo sulla mafia, in cui la Madre-Mafia (Mammasantissima) invita nella Casa Santa i suoi figli per spogliarli di ogni potere e di ogni simbolo gerarchico e trasformarli in funzioni di un sistema che diventa invisibile;

Il festino, il soliloquio di due gemelli che festeggiano il loro compleanno;

Eva e la Bambola, performances per Carmen Consoli in teatro-tour 2007-08;

Le pulle (prodotto dal Teatro Mercadante di Napoli e dal Théâtre du Rond-point Paris, in coproduzione con il Théâtre National de la Communauté Française di Bruxelles) operetta amorale le cui  protagoniste sono cinque puttane (pulle in palermitano), quattro travestiti e un trans.

Il 7 dicembre del 2009 ha inaugurato la stagione della Scala firmando regia e costumi di Carmen di Bizet con la direzione di Daniel Barenboim.

La sovrintendenza e il municipio di Milano le hanno commissionato la scenografia e il set-up della grande esibizione Artemisia Gentileschi. Storia di una passione, inaugurata il 22 Settembre 2011 al Palazzo Reale.

Nell’aprile del 2012 ha debuttato a Parigi con la Muta di Portici all’Opéra Comique in coproduzione con “La Monnaie” di Bruxelles diretto da Patrick Davin, che viene ripresa nel marzo 2013 al teatro Petruzzelli di Bari con la direzione di Alain Guingal con grande successo di pubblico e di critica.

Nell’ottobre 2012 ha debuttato al Teatro Olimpico di Vicenza con una nuova versione della Medea di Euripide, canzoni e musica composte e suonate live dai fratelli Mancuso.

Ha pubblicato: Carnezzeria, trilogia della famiglia siciliana, con una prefazione di Andrea Camilleri (Fazi, 2007); Via Castellana Bandiera (Rizzoli, 2008), vincitore del Premio Vittorini e del Super Vittorini, suo primo romanzo; Trilogia degli occhiali (Rizzoli, 2011); la storia illustrata per bambini, Anastasia, Genoveffa e Cenerentola (La Tartaruga, 2011) e Gli alti e bassi di Biancaneve (La Tartaruga, 2012).

Apparso in

Website design by KMSTUDIO